Venghino, venghino : la giostra del Brescia è già ripartita.

Il Brescia e Cellino sono sulla bocca di tutti.
07.10.2020 11:33 di Redazione TuttoBrescia.it   Vedi letture
DIEGO LOPEZ
© foto di Image Sport
DIEGO LOPEZ

Venghino, venghino lor signori, la giostra del Brescia è già ripartita ...Che altro si può dire di fronte a questa inversione a U della società nei confronti di Delneri e del progetto si società e di squadra varato appena un paio di mesi fa ? 

Siete stupiti, sorpresi, basiti ? ci stanno tutti e tre gli stati d'animo a seconda da come si voglia vedere questa situazione kafkiana che conferma lo stato confusionale in cui la società Brescia Calcio versa in queste giornate.

Per carità, è tutto legittimo e, arriviamo a dire, forse anche necessario, ma è la precoce sconfessione  di un progetto di società e di squadra appena  varato ,sul quale avevamo per tempo espresso le nostre perplessità , che lascia sconcertati.

Ricordate?  In estate Arriva Delneri come "Consigliere sportivo"( non si è mai capito bene il suo ruolo), poi Perinetti come Responsabile Area Tecnica e Mercato e tutti ad aspettare l nuovo allenatore al posto di Lopez. 

Dopo lunghi tentennamenti si annuncia che Delneri è il nuovo allenatore del Brescia. Ah bè , il pedigree ce l'ha e bello significativo.. forse è da troppo tempo lontano dai campi da gioco e forse non è quello il ruolo che voleva ricoprire nel Brescia, ma tant'è Delneri in panchina ci può stare.

Ma ora che succede? basta una pareggio interno ed una sconfitta esterna ed il "nostro" Delneri viene allontanato senza troppi complimenti.. c'è qualcosa di incomprensibile in tutto ciò. O Delneri non era l'uomo giusto al posto di Lopez o Lopez non era da giubilare dopo la retrocessione.

Ma ormai siamo abituati all'interventismo di Cellino : se le cose non vanno si cambia. se non vanno ancora , si ricambia , per poi eventualmente cambiare ancora. E' un corto circuito continuo con il quale costruire qualcosa di duraturo diventa veramente difficile. Ripetiamo quanto abbiamo già scritto: se c'era da cambiare questo è il momento giusto con la sosta della nazionale; certo il povero Delneri avrebbe meritato più tempo e pazienza ma quest'ultima è una dote che il Presidente non coltiva.