Sassuolo, De Zerbi: "Con orgoglio dico che sono bresciano, ma domani..."

17.12.2019 13:38 di Redazione TuttoBrescia.it   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Sassuolo, De Zerbi: "Con orgoglio dico che sono bresciano, ma domani..."

Domani, mercoledì 18 dicembre, alle 20.45 si gioca il recupero della settima giornata Brescia-Sassuolo. Ecco le parole in conferenza stampa del tecnico neroverde Roberto De Zerbi: "Stiamo collezionando buone prestazioni, con il nostro stile ben preciso: potevamo fare qualcosa in più e far trasformare i tre pareggi in vittorie, ma ho poco da recriminare perché i ragazzi hanno dato tutto dal punto di vista fisico e anche mentale. Sarà difficile domani, giochiamo contro un Brescia organizzato con anche giocatori importanti, e noi andiamo là per fare risultato. Stiamo affrontando le squadre nel loro periodo migliore, dalla Lazio fino al Brescia: rispettiamo i biaocoblù, la partita l'hanno fatta sempre, anche nelle sconfitte".

De Zerbi è bresciano: "Sicuro sarà gara speciale per me, sono nato nel quartiere dello stadio e in quella curva nord. Sono tifoso del Brescia, la carriera non può togliere questo aspetto, lo dico con orgoglio. Mai rinnegato, mi piace ricordarlo perché il calcio è passione. Domani però, nei novanta minuti, sarò col fuoco dentro: ora alleno il Sassuolo".

Sul momento della squadra: "Serve capire come sono usciti Marlon, Berardi e Magnanelli dalla gara di San Siro, ho visto alcuni che nell'ultimo quarto d'ora arrancavano per mancanza di fiato. Non vorrei cambiare troppo, stiamo giocando con conoscenze e meccanismi buoni. Non dovrà mancare lo spirito, il sangue agli occhi ci dev'essere sempre. Andare a San Siro col Milan e giocare così mi fa ben sperare, è sintomo che siamo sulla strada giusta".

Su Balotelli: "Portarlo al Sassuolo non è mai stato possibile, non c'è mai stato nulla di concreto. Di persona non lo conosco, non so se sia difficile gestirlo, è grande talento e gli riconosco il grande potenziale".