Sagramola:" Sacrifici tecnici per risanare".

L'A.D. del Brescia ritorna al passato (Lodigiani) e parla del presente (Brescia).
 di TuttoBrescia.it Redazione Twitter:   articolo letto 68 volte
Fonte: Tuttomercatoweb

A margine della festa di compleanno della Lodigiani alcuni grandi ex del club hanno parlato a TMW Radio. Ecco le dichiarazioni di Rinaldo Sagramola, ad del Brescia: "Io mi emoziono a parlare della Lodigiani. Fui nominato vicepresidente a sorpresa con la prima stagione che coincise con la promozione del club. In quel periodo riuscimmo a lavorare bene, inserendoci nel duopolio Roma-Lazio. Abbiamo lavorato con i bambini più piccoli scoprendo talenti emergenti che poi hanno fatto carriera. Luca Toni alla Lodigiani? Ricordo che festeggiammo il compleanno di mio figlio e in contemporanea alla Borghesiana si disputava una partita giovanile. Notai questo ragazzo dal grande fisico che giocava nella Beretta del Modena. Un paio di anni dopo l'Empoli, allora club proprietario di Toni, mi chiese la metà di Giampieretti e io presi la metà dell'attaccante. Da lì ha iniziato la cavalcata passando da Vicenza fino al Palermo. Il Brescia? Stiamo operando per il risanamento del club. Sacrificando un po' l'aspetto tecnico stiamo risanando le vicissitudini del passato. Lavoriamo con i giovani dando loro la possibilità del salto di qualità. La nuova Serie B? Sarà un campionato complicato, con tante piazze storiche in ballo. Il doppio salto di SPAL e Benevento? Non sono sorprese a mio avviso perché con la riforma del campionato di Serie C la terza serie è diventata molto più competitiva e questo permette ai club di ambire a traguardi di alto livello. Io in corsa per la presidenza della Lega di Serie B? Come ho detto poco fa sono impegnato nel Brescia e ne sento la responsabilità. Non lascio il club per altre situazioni".