Ecco Corini: Clerici, Settembrino, Cagni, la brescianità come cifra distintiva

19.09.2018 16:50 di Redazione TuttoBrescia.it  articolo letto 56 volte
Fonte: Giornale di Brescia
Eugenio Corini
Eugenio Corini

Felice come un bambino e con un pensiero di ringraziamento a chi lo ha lanciato nel calcio: Clerici, Settembrino, Giorgi e anche a Cagni che salvò il Brescia. Questa la sintesi del Corini-pensiero nel giorno della presentazione. Non manca la sviolinata alle doti di imprenditore e conoscitore di calcio del suo nuovo datore di lavoro Massimo Cellino che, più che altro si è distinto come un "mangiallenatori", fama arcinota cui non ha voluto rinunciare neanche qui a Brescia. Che dire ? Che Corini è un bravo allenatore, che è bresciano ma che avrà le sue gatte da pelare con un presidente così. Non s'illuda, Cellino non cambia, la sua "storia" parla per lui. Auguri !!