Corini: "Siamo pronti per affrontare un Bologna in salute"

01.02.2020 11:29 di Redazione TuttoBrescia.it   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Corini: "Siamo pronti per affrontare un Bologna in salute"

Dai colleghi di TMW, riportiamo la conferenza integrale di mister Eugenio Corini alla vigilia del match fra Bologna e Brescia, in programma oggi alle 15.

Quanto è stato difficile preparare questa partita?
"La finestra di mercato è sempre particolare, ma c'è stata grande applicazione anche da chi poteva essere ceduto. Abbiamo lavorato con intensità, ritmo e voglia. Ci siamo preparati nel migliore dei modi per affrontare una squadra in salute". 

Come ha preparato la partita?
"Il Bologna tira molto in porta ed ha qualità. Ha giocatori bravi nell'uno contro uno e facilmente può ribaltare un risultato sfavorevole. La partita d'andata va divisa in due, abbiamo avuto difficoltà a gestire l'espulsione dopo una buona prima parte durata 50 minuti. Quella partita ci ha lasciato tanta amarezza, ma questo deve essere il punto da cui ricominciare". 

È stata una svolta psicologica anche nei rapporti con la società?
"Da parte mia non è mai cambiato l'atteggiamento, così per ciò che riguarda il mio staff. Abbiamo pagato tanto anche per via degli infortuni, ma questo è un dato oggettivo con cui ci confrontiamo. Cercheremo di non subire defezioni per lungo periodo, per cercare di limare quelle situazioni che ci hanno portato a ciò".

Ha già scelto la formazione?
"Abbiamo fatto allenamento questa mattina, ho già comunicato gli 11 ai ragazzi. Sarà fondamentale anche chi subentrerà, serve anche questo contro una squadra di qualità. Sarà difficile, ma ci proveremo". 

Ha pensato anche ai dettagli sfortunati?
"Vivo di calcio da tanti anni, come sempre quando il risultato non è positivo si cercano sempre le accezioni negative. Tutti hanno le ricette giuste da fuori. È fondamentale rimanere lucidi e non disperdere ciò che è stato fatto di buono dal punto di vista della prestazione. Non è semplice, si passa da momenti difficili. La speranza non te la può rubare nessuno, ti fa sentire sempre vivo. Siamo ad un punto dalla salvezza e non mancano quattro partite, lotteremo fino alla fine. Noi dobbiamo avere la forza". 

Cosa avete pensato dopo il Milan?
"Se andate a riguardare ciò che ho detto al termine della gara c'è tutto. Il dolore puoi trasformarlo in tanti modi, io do sempre una forma a quello che succede per trovare la giusta energia. Questo è il lavoro quotidiano che stiamo facendo".

Il Brescia ha bisogno di punti.
"Loro stanno vivendo un momento di forma straordinario, come sempre metteremo in campo la prestazione. Continueremo a fare questo per poter spostare i particolari dalla nostra parte. L'obiettivo è la salvezza, lavoreremo per raggiungere ciò".

Il Brescia va meglio fuori casa. 
"La squadra ha sempre mantenuto l'identità e ha sempre messo in campo un'idea propria. È quello che stiamo portando avanti. Se otterremmo più punti fuori casa ne prenderemo atto, ma la sostanza non cambia. Ci piacerebbe regalare qualche gioia in più ai nostri tifosi. La squadra ha sempre fatto prestazioni importanti, capisco anche la frustrazione dopo il match con il Milan. Da tutto questo dobbiamo trarne forza". 

Si rischia l'emergenza in attacco con un'eventuale partenza di Donnarumma?
"Io penso che ci sono gli attaccanti a disposizione, faremo una grande partita. Non è che non voglio parlare di mercato, il non parlarne vuole solo spostare l'attenzione. Alfredo è convocato, poi ne parleremo la prossima settimana".

Sono tutti a disposizione?
"In qualche sfumatura c'è dentro tanto. I ragazzi che sono arrivati da poco li vedo coesi, devono continuare a spingere. Devono darci qualcosa di importante".