Corini: "La sosta ci ha aiutato. Balo deve crescere se vuole giocare con la Juve..."

14.09.2019 13:33 di Redazione TuttoBrescia.it   Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Corini: "La sosta ci ha aiutato. Balo deve crescere se vuole giocare con la Juve..."

Il tecnico del Brescia Eugenio Corini ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del debutto nel nuovo Rigamonti per la sfida contro il Bologna, valida per la terza giornata di Serie A: "Una sosta che ha aiutato tutti, chi è rimasto dal mercato sa che deve giocarsi il posto. Abbiamo dimostrato già di avere le armi per raggiungere l'obiettivo salvezza. La formazione per domani è già stata comunicata ai ragazzi - ha detto l'allenatore delle Rondinelle -, gli altri sono tutti a disposizione per cambiare il match a gara in corso. Siamo la squadra più italiana del campionato nonostante alcune scelte di mercato provenienti dall'estero? È un bel messaggio per tanti ragazzi, ora si giocano una grande chance. Hanno trovato la società giusta".

Su Mihajlovic, che domani non sarà sulla panchina rossoblù poiché in ospedale per il secondo ciclo di cure per guarire dalla leucemia: "Ha fatto cose straordinarie, poi ha scelto di restare al Bologna. Ha affrontato con coraggio la malattia, è una squadra in fiducia e aggressiva. Lo scorso anno gli amiliani sono arrivati decimi o undicesimi, sappiamo di affrontare una squadra con qualità. Io ho avuto uno screzio con il serbo? Abbiamo chiarito, è un allenatore che ho sempre stimato e gli auguro davvero il meglio".

Sulla rosa: "Il 4-3-1-2 il trequartista è un'arma tattica, dal mercato abbiamo preso Romulo che ha caratteristiche per ricoprire quel ruolo, lo avete visto in amichevole col Frosinone. Sulla rosa devo dire che quattro giocatori non vengono convocati, io non voglio mai avere problemi: se qualche giocatore ne avrà con me, li affronteremo. Matri si sta allenando, ha fatto poche amichevoli: sta bene fisicamente, vedrò se schierarlo o meno. Balotelli si è allenato poco, il livello di condizione deve crescere se vuole giocare contro la Juventus fra dieci giorni...".

Sul nuovo Rigamonti, tornato agibile dopo i lavori di tutta estate: "Gli stadi non vincono le partite, però giocare davanti al nostro caloroso pubblico sarà importante. Bisognerà sostenere la squadra nei momenti di difficoltà, voglio ribadirlo".