Brescia-Lecce 2-1: le Rondinelle volano al secondo posto

17.12.2018 14:05 di Redazione TuttoBrescia.it  articolo letto 64 volte
Fonte: tuttomercatoweb.it
© foto di Nicola Ianuale/TUTTOmercatoWEB.com
Brescia-Lecce 2-1: le Rondinelle volano al secondo posto

Remuntada Brescia: le Rondinelle piegano 2-1 il Lecce e volano al secondo posto. Avvio a ritmi sostenuti, con le due squadre che si affrontano a viso aperto. Il primo squillo è dei lombardi al 7’: destro di Ndoj da distanza siderale, Vigorito si accartoccia e fa suo il pallone. Insistono i padroni di casa al 12’: conclusione di Morosini rintuzzata da Lucioni, la palla carambola sui piedi di Bisoli che, dal limite, spara sul fondo. La replica del Lecce non si fa attendere. Al 14’ Falco irrompe in area e la mette in mezzo per La Mantia, che non trova il guizzo vincente. Gara maschia, fioccano i cartellini gialli: a farne le spese sono Scavone e Tonali. Ghiotta occasione per i salentini al 22’: da calcio piazzato, Falco disegna un tracciante sartoriale per Lucioni che, nel cuore dell’area, svetta di testa e fa la barba al palo. Durissimo intervento di Tonali, già ammonito, su Falco: l’arbitro sorvola tra le vibranti proteste dei giocatori del Lecce. Al 25’ i giallorossi passano: imbucata di Mancosu per Bovo, che scarica a rete; Alfonso ci arriva ma non può nulla sul tap-in di La Mantia. Cinque giri di lancette e gli ospiti sfiorano il raddoppio: Falco illumina per Mancosu, che prova a sorprendere Alfonso; palla alta non di molto. Prova a scuotersi il Brescia. Al 34’ Morosini dialoga con Donnarumma, che gli restituisce il pallone, ed esplode un destro potente; Vigorito si distende e sventa la minaccia. Al 41’ sponda di Donnarumma a liberare Morosini, che calcia al volo ma non inquadra il bersaglio. Al 44’ dirompente progressione di Mancosu che lascia sul posto Romagnoli, piomba in area e conclude: Alfonso si rifugia in corner. Primo tempo che si chiude con il Lecce in vantaggio. Nella ripresa, immediato pareggio del Brescia al 49’: tiro di Spalek che si trasforma in assist per il bomber oplontino, letale sottomisura. Tredicesimo centro stagionale per Donnarumma. Ancora l’ex attaccante dell’Empoli al 55’: destro da posizione invitante, mira sbagliata. Le Rondinelle vogliono battere il ferro finchè è caldo e premono a caccia del vantaggio. Al 59’ topica di Petriccione che, in area, tergiversa e perde palla; Spalek ne approfitta, ma sciupa tutto ciabattando sul fondo. In difficoltà i salentini; sono i lombardi a fare la partita. Brivido per il Lecce al 69’: Donnarumma si gira in un fazzoletto e pennella un traversone basso per Morosini, che manca l’impatto con il pallone; poi è Bovo a spolverare l’area. Al 72’ Spalek manda al bar Petriccione e lascia partire una bordata che si spegne alta sulla traversa. Sul capovolgimento di fronte, rasoiata di Scavone; para facile Alfonso. Ultimi scampoli di partita, con i due tecnici che cercano nuova linfa dalla panchina. Dentro Cortesi per Morosini nel Brescia e Arrigoni per Scavone nel Lecce. All’89’ bolide di Donnarumma, la palla assume una strana traiettoria a spiovere e per poco non inganna Vigorito. Tirano un sospiro di sollievo i salentini. Liverani richiama l’ottimo Falco e si gioca la carta Palombi. Tre i minuti di recupero concessi da Fourneau di Roma 1. E al 92’ Gastaldello fa deflagrare il vetusto ‘Rigamonti’: sugli sviluppi di un corner calciato da Tonali, La Mantia spizza di testa e innesca involontariamente l'ex Bologna che, ben appostato sul secondo palo, gonfia la rete. Vince il Brescia che sale, momentaneamente, al secondo posto con 27 punti; scavalcato il Lecce, fermo a 26.  

TABELLINO

BRESCIA: Alfonso; Sabelli, Romagnoli, Gastaldello, Mateju; Bisoli, Tonali, Ndoj; Spalek; Morosini (85′ Cortesi), Donnarumma. A disposizione: A disp.: Andrenacci, Martinelli, Cistana, Curcio, Viviani, Ferrari, Semprini. All.: Corini

LECCE: Vigorito; Lepore, Lucioni, Meccariello, Bovo; Armellino, Petriccione, Scavone (80′ Arrigoni); Mancosu (76′ Haye); Falco (89′ Palombi), La Mantia. A disp.: Bleve, Riccardi, Di Matteo, Cosenza, Torromino, Marino, Pettinari, Tabanelli, Fiamozzi. All.: Liverani.

Marcatori: 25′ La Mantia (L), 49′ Donnarumma (B), 92′ Gastaldello (B).

Arbitro: Fourneau di Roma 1.

Note: ammoniti Tonali, Gastaldello, Mateju (B), Scavone, Lucioni (L).