Tonali, Gastaldello e Somma sugli scudi. Okowonko non pervenuto.

21.04.2018 17:05 di Redazione TuttoBrescia.it   Vedi letture
Michele Somma
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Michele Somma

BRESCIA: Minelli 6- ha rischiato di rovinare il risultato con un pasticcio combinato su una sua chiamata di palla a Gastaldello che abbassando la testa l’ha fatta passare ma il nostro se l’e’ fatta sfuggire e per recuperarla ha steso Vita: rigore che l’ arbitro ( il peggiore in campo) per fortuna non ha visto. 

 Coppolaro 6 : è adattato come laterale destro, non sfrutta mai la fascia, difende e basta. Troppo poco ma meglio di niente.  Somma 6,5: meriterebbe di più ma commette una grave leggerezza che poteva costarci cara ( rimedia Gastaldello). Per carità la prestazione perfetta forse  non esiste ma lui ci aveva illuso che l’avrebbe potuta fare.

Gastaldello 7 : è cresciuto tantissimo dall’inizio del campionato ed è un baluardo pressoché insuperabile. Crampi è una serie di calcioni lo costringono alla resa.

Curcio 6: ha un piede solo, il sinistro ma che piede. Fa il suo ed è ormai ( meritatamente) un titolare di questo Brescia.

Bisoli 6,5 : solita partita volitiva ma con meno precisione del solito; sfiora il palo ed il gol sia nel primo che nel secondo tempo.

Tonali 7: uomo ovunque, uomo d’ordine, uomo di classe limpida. Offre sempre prestazioni di sostanza.

Ndoj 6,5 Fisicità, corsa, tiro ( sbilenco); ha superato Martinelli nelle gerarchie; ha dato ordine al suo agonismo ed al suo gioco.

Furlan 5,5 Pensi sempre che possa fare di più ma invece si assenta talvolta dal gioco. Serve maggiore continuità.

Okowonko 5 : prestazione insufficiente del nigeriano che viene dalla serie A ma si capisce perché gioca in B . Immaturo e incostante; ha velocità e dribbling : li sfrutti!

Torregrossa 6 : senza Caracciolo non regge da solo il peso dell’attacco; per brillare gli serve l’Airone che  attira i difensori come il miele con gli orsi. 

Caracciolo 6; sarà stato il caldo o le 2 partite ravvicinate a consigliare Boscaglia a farlo entrare a 20’ dalla fine; fatto sta che entrato lui che il Brescia diventata pericoloso e solo un arbitro in cattiva giornata non poteva dargli un rigore sacrosanto.