E. Filippini:" Felice per il Brescia, mi spiace per Calori ".

20.05.2017 06:58 di TuttoBrescia.it Redazione Twitter:    Vedi letture
Fonte: Twm radio
Emanuele Filippini
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Emanuele Filippini

Emanuele Filippini ha parlato ai microfoni di TMW Radio del campionato di Serie B che ha visto esaurirsi la stagione regolare : “Pensavo che i play off non si sarebbero disputati e mi toccherà pagare per aver perso la scommessa fatta. La pago volentieri perché il Brescia ieri ha vinto, si è salvato e sono molto felice di questo”. Il Frosinone è ancora il favorito per la promozione? “Un po' a livello mentale non essere riusciti ad andare in Serie A direttamente, per un solo punto fra l'altro, può pesare nei play off anche perché sono sfide che a livello fisico e nervoso tolgono tanto. Loro però sono la squadra più costante e forte e devono far pesare questo nella corsa alla Serie A. In questo momento però è avvantaggiato chi è più in forma, non il più forte in assoluto”. Coda pensa della mancata disputa dei play out? “Il Brescia ha condannato il Trapani e un po' mi spiace perché è allenato da un mio ex compagno come Calori, che reputo una brava persona e un buon tecnico. I siciliani però hanno buttato la salvezza perdendo in casa contro il Cesena, così come il Brescia ha rischiato grosso non vincendo con il Latina in casa. Sono quelle gare chiavi che possono cambiare il volto della stagione e il Trapani con quei tre punti avrebbe potuto disputare i play out per provare a salvarsi”. Fa invece molto discutere quando successo in Ascoli-Ternana “Ci sono partite che sembrano scontate come quella di ieri. C'è stato un errore del portiere, perché di quello si tratta, che può far sembrare che sia stato fatto qualcosa per far perdere una squadra e vincere l'altra. Però credo che ultimamente le partite si giochino tutte al massimo a causa dei tanti processi, giusti, per calcioscommesse e le due gare di cui parlavo prima ne sono un esempio. Poi ci sono squadre più motivate e altre meno. Mi è sembrata una cosa troppo palese per essere concordata, sarebbe da pazzi fare un errore così evidente per aggiustare una gara”. ascolta l'intervista integrale cliccando play nel podcast in calce