Gasperini dopo il derby: "Un po' leziosi. Pasalic è diventato importante"

30.11.2019 18:33 di Redazione TuttoBrescia.it   Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Gasperini dopo il derby: "Un po' leziosi. Pasalic è diventato importante"

Dai colleghi di TMW, le parole in conferenza stampa di mister Gian Piero Gasperini dopo la partita fra Brescia e Atalanta, terminata 0-3.

Era arrabbiato?
"C'era un po' di stanchezza, abbiamo raschiato il barile. Nel primo tempo abbiamo avuto una supremazia di gioco, ma che va concretizzata. Poi è cominciato qualche errore, poi perdi un po' di energie e l'avversario prende fiducia. In quel momento c'è la necessità di sollecitare, il secondo gol ci ha dato serenità". 

Ilicic?
"Lui è così, è partito fortissimo. Dopo manca il secondo pezzo. Tra lui e Muriel bisogna avere concretezza, abbiamo tirato spesso fuori. Dovevamo tirare con un po' di cattiveria, noi siamo una grande squadra sotto il punto di vista della mentalità. Noi dobbiamo diventare una grande squadra sotto il punto di vista tecnico, con una percentuale di realizzazione molto alta. Un salto in avanti dobbiamo necessariamente farlo quando giochiamo partite importanti". 

Oggi prestazione in controllo?
"È una nostra caratteristica, in qualunque circostanza. Oggi la temevo, poi siamo usciti fuori. Noi siamo consolidati come gioco, poi i ragazzi trovano la motivazione. Abbiamo una partita decisiva con lo Shakhtar, se passiamo bene se non ci metteremo altri obiettivi". 

La prestazione di Pasalic?
"È un giocatore affidabile anche da centrocampista puro, dal girone di ritorno dello scorso anno ha fatto molti gol, ha aggiunto una solidità di gioco che prima non aveva. Per noi è diventato un giocatore importante, al pari di De Roon, Freuler e tanti altri". 

Ha stupito il Brescia con la difesa a tre?
"No, era tra i moduli possibili, avevamo visto giocare il Brescia con la difesa tre, nelle ultime di Corini. Ci siamo creati un curriculum di partite, non inseguiamo mai un uomo a tutto campo. Anche l'avversario, se cambia in partita, siamo abituati. Non è stata una sorpresa". 

Manca Zapata e un po' di fatica in più.
"C'è un po' di fatica, giustificata. Quando fai tre partite è normale, se no non vinci 3-0. Ho avuto la sensazione di essere un po' leziosi, pretendo concretezza dagli attaccanti. Papu non è mai lezioso, Ilicic e Muriel mi hanno dato questa sensazione. Il salto di qualità te lo fanno fare gli attaccanti. Con la Dinamo Muriel ha fatto un'ottima gara, deve fare un salto. Zapata è fuori da dieci partite, è normale che ti pesa. Speriamo ritorni il prima possibile". 

Si aspettava un approccio diverso da parte del Brescia?
"Voglio dare meriti ai miei giocatori, siamo partiti forti. Sapevamo che con l'andare del tempo potevamo avere qualche problema, il primo tempo lo abbiamo giocato con buona qualità. Appena abbiamo mollato un attimo il Brescia è diventato pericoloso. In questi derby l'aspetto agonistico può avere un peso". 

I tifosi verranno a salutarvi a Zingonia.
"Speriamo che il prossimo derby sia in uno stadio pieno, mi auguro che tutti i derby siano sentiti e battagliati, l'importante che non ci siano eccessi come in passato".