Stadio: Cellino braccio di ferro col Comune.

16.09.2017 06:05 di TuttoBrescia.it Redazione Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Stadio: Cellino braccio di ferro col Comune.

Il balletto di Cellino e Del Bono sul nuovo stadio è iniziato subito e continua sulle note del "paso doble" : 2 passi avanti e 3 indietro. Sin qui i distinguo e le mezze frasi di Cellino avevano lasciato poche speranze di una condivisione del progetto Infront da parte del Brescia Calcio . Poi  Cellino è stato più esplicito dicendo che gli speculatori ( Infront) lui non li avrebbe nemmeno ricevuti , mentre Del Bono ed il Comune forse si, li hanno ricevuti. Se non è una chiusura totale questa ...è sicuramente una presa di distanza da un progetto che finora era l'unico in grado di risolvere il problema dello stadio. Cellino ha detto a chiare lettere che lui i soldi per questo progetto dello stadio non ce li mette. Se lo faccia la città e lui pagherà l'affitto. Pietra tombale. Perché?

1) Non c'è amministrazione comunale che si prenda in carico l'onere della costruzione di uno stadio nuovo senza la condivisione con la massima società sportiva cittadina . 

2) Del Bono con Infront avrebbe dato alla città uno stadio a costo zero. Il Comune avrebbe messo a disposizione il terreno del   vecchio Rigamonti e Infront avrebbe fatto il resto; però l'attore principale avrebbe dovuto essere la società sportiva Brescia Calcio che ha il titolo per chiedere finanziamenti agevolati ecc. ecc.

3) Se Cellino si sfila da questo progetto è chiaro che lo stadio a Brescia per i prossimi 5 o 6 anni non si farà. 

La cosa curiosa è che tutti dicono che senza uno stadio nuovo per il Brescia non c'è futuro; e allora Cellino che progetto ha ? 

Prima di tutto di fare il centro sportivo e fin qui tutti d'accordo. E poi ? Boh, non è dato a sapere. Solo frasi fumose,storie passate ( la galera a Cagliari per lo stadio) o la pretesa che lo stadio lo faccia il Comune. Ma ha presente Cellino che i comuni in Italia non hanno il becco di un quattrino? È un gioco un po' cinico quello di Cellino che affonda il progetto Infront del Comune senza proporre altro, almeno in termini concreti.Se è vero che l'assassino torna sempre sul luogo del delitto, Cellino non ostante la brutta esperienza cagliaritana ritorna ad avvitarsi sulla vicenda stadio. Speriamo che non tiri la corda all'infinito per il bene suo e del Brescia.Del Bono con Cellino ha trovato un avversario che forse non si aspettava ma Cellino fece capire fin dalla sua prima conferenza stampa che avrebbe giocato un ruolo politico e a Brescia in primavera ci sono le elezioni e Del Bono e Cellino staranno su barricate opposte. Capito ?