Il Brescia chiude all'11' posto. Ora si punti sulle 3 R.

Da dove ricominciare.
22.05.2016 19:26 di TuttoBrescia.it Redazione Twitter:   articolo letto 271 volte
© foto di Federico Gaetano
Il Brescia chiude all'11' posto. Ora si punti sulle 3 R.

Il campionato è finito e senza spocchia e presunzione , crediamo sia doveroso mettere lì due o tre cose che non hanno funzionato e magari alcune dalle quali valga la pena ripartire. 

Innanzi tutto un fatto : il Brescia chiude con 54 punti all'undicesimo posto della classifIca, ossia proprio a metà. Ci sono 10 squadre prima della nostra e 11 dietro di noi. Una posizione per cui avremmo firmato ad agosto dello scorso anno e che ci sta stretta a giugno di quest'anno. Significa che è stato fatto un buon lavoro, migliore di ogni più rosea aspettativa .Il merito è di tutti: tecnici, giocatori, società , pubblico.

Ci sono state delle pecche anche grandi come i pochi punti fatti in trasferta.

Il Brescia infatti ha chiuso il campionato con 16 sconfitte e 14 vittorie, inframmezzate da 12 pareggi. Pensate che nel 2016 lontano dal Rigamonti abbiamo totalizzato ben 9 sconfitte (record negativo di sempre) ed un pari. Se solo avessimo fatto almeno 1 vittoria e 3 pareggi , con 6 punti in più, avremmo potuto giocarcela diversamente.

Si sono incassati troppi goal a fronte di quelli realizzati : 62 fatti contro 57 subiti. 

In tre campionati le squadre di Boscaglia nel mese di maggio hanno fatto mediamente 1 punto per partita..ecco una performance da migliorare.

Di positivo c'è stato il gioco che è stato spettacolare anche se poco attento alla copertura di squadra. Non è questione di difesa ma di reparti che si muovano insieme nelle ricoperture , solo così si potranno evitare goal con l'avversario solo davanti al portiere. La tattica del fuorigioco va attuata con più attenzione ed efficacia.

Diciamo che anche la rosa a disposizione, soprattutto a centrocampo e in attacco, è stata alquanto risicata. Almeno 1 elemento di qualità in più per reparto ci avrebbe giovato.

Da dove ripartire ? 

Dai giovani che sono stati valorizzati in questa stagione : Minelli, Lancini,Martinelli, Morosini e da "anziani" come i 2 Caracciolo, Castellini, Kupisz.

Dalla coesione d'intenti tra Sagramola, Castagnini e Boscaglia. Sono tutti e tre dei fior di professionisti e hanno dimostrato di saperci fare in condizioni difficili. Siamo certi che nel prossimo campionato sapranno fare ancora meglio.

Sono o non sono le 3 R ? Rinaldo, Renzo e Roberto.E allora forza mettetevi al lavoro, il Brescia ha ancora bisogno di voi.