Con Cellino sull’orlo del baratro.

13.05.2018 17:41 di Redazione TuttoBrescia.it   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Con Cellino sull’orlo del baratro.

Al Del Duca di Ascoli Il Brescia giocherà per la B: bisognerà non perdere e sperare. E’ cambiato tutto ma non è cambiato niente. La società derelitta, senza soldi  e senza prospettive di 2 stagioni fa è identica a quella capitalizzata di Cellino. Dunque i soldi non sono tutto se è vero che Sagramola con gli “scarti” delle altre squadre conquistò la salvezza a 10 giornate dal termine.Ora con Cellino siamo sull’orlo della Serie C, che sarebbe un danno incalcolabile per la società e per la nostra provincia. D’altronde l’arroganza del nostro capetto ci ha portato la’ dove non avremmo voluto essere:  con un piede ( o forse più ) in Serie C. Era evidente la supponenza, l’abbiamo scritto per amore di patria e perché non potevamo far finta di nulla sentendo ciò che si voleva propinare agli sportivi e alla società bresciana. Caso mai stupisce che siamo stati gli unici a cantare fuori dal coro. Comunque continuiamo a sperare perché la speranza è l’ultima a morire ma con la gestione cervellotica di Cellino non ci poteva aspettare di meglio. E mi raccomando se avremo la fortuna di salvarci, vediamo se è possibile di rispedire quel Signore in qualche spiaggia esotica dove ama risiedere; li agli ex calciatori, tra un mojito e un margaritas, potrà  continuare a propinare le sue guasconate senza fare danni gravi mentre qui da noi i danni li ha già fatti e rischiano di essere irreparabili.